Casa di Cura, Laboratorio Analisi, Studi Medici in Provincia di Firenze

Opening Hours : dal Lunedì al Sabato, dalle 7.00 alle 19.00
  Contact : 0558391400 – 0558391439

All Posts in Category: Area diagnostica

Onde d’urto in ortopedia: indicazioni e benefici. Il parere della Valdisieve Hospital.

LE ONDE D’URTO IN ORTOPEDIA

Vi sono diversi tipi di patologie che possono essere efficacemente trattate con la terapia onde d’urto in ortopedia.

Eccone alcuni esempi:

  • Tendinopatie della spalla.
  • Epicondilite ed epitrocleite
  • Fascite plantare
  • Tallonite o Spina Calcaneare
  • Tendinite o tendinopatie del tendine d’achille
  • Borsite trocanterica e tendinopatia inserzionale del medio gluteo
  • Altre tendinopatie
  • Ritardi di consolidazione ossea in fratture

I benefici del trattamento con le onde d’urto in ortopedia

Alleviare il dolore e riparare i danni tissutali sono gli obbiettivi di questa terapia.

La terapia fisica con onde d’urto in ortopedia consiste nell’irradiare un tessuto con onde acustiche.

L’energia rilasciata alle cellule stimola i meccanismi biologici di riparazione tissutale e diminuisce l’infiammazione responsabile del dolore.

Controindicazioni al trattamento con le onde d’urto

Prima di procedere al trattamento sarà necessario un colloquio con il medico eseguirà le onde d’urto poiché vi sono le seguenti contrindicazioni assolute al trattamento:

  • Alterazioni della coagulazione
  • Gravidanza
  • Pace maker
  • Neoplasie

Escluse alcune specifiche controindicazioni la metodica non ha effetti collaterali significativi e può essere ripetuta più volte.

Le onde d’urto in ortopedia nella pratica medica

Per poter utilizzare le onde d’urto in ortopedia è, in prima istanza, necessario fare una diagnosi.

A seguito di corretta diagnosi è possibile sottoporsi ad un ciclo terapeutico.

Un ciclo di sedute normalmente prevede un minimo di 3 applicazioni a cadenza settimanale. Il trattamento dura pochi minuti.

 

Per valutare l’opportunità di effettuare un trattamento con le onde d’urto è opportuno eseguire una visita con uno specialista ortopedico, con un fisiatra o con un medico di medicina sportiva.

 

Per chi abita in Provincia di Firenze e nelle altre Provincie di Prato e Pistoia, nell’Alto Casentino, nel Mugello e nel Valdarno, la valutazione può essere effettuata direttamente presso la Valdisieve Hospital. Il medico di riferimento è il Dott Jacopo Giuliattini, Specialista in Medicina sportiva.

Per approfondire:

 

 

Read More
a cosa serve il tampone faringeo

A cosa serve il tampone faringeo e come ci aiuta a combattere il mal di gola?

A cosa serve il Tampone Faringeo?

Ti capita di prendere spesso farmaci e non riuscire ugualmente a combattere il mal di gola?

Pensi che il mal di gola passi a tutti tranne che a te?

Probabilmente non hai utilizzato i farmaci giusti!!!

Perché è utile e a cosa serve il Tampone Faringeo?

Se hai il mal di gola, prima di assumere antibiotici, …il tampone faringeo ti è utile per individuare il tipo di farmaco corretto per guarire, specie se l’infezione è frequente e può portare ulteriori complicazioni.

L’uso indiscriminato degli antibiotici ha causato, a livello globale, un insorgenza di batteri multiresistenti sempre più difficili da debellare.

Gli antibiotici vanno utilizzati sempre in caso di necessità su prescrizione medica e non arbitrariamente.

Per individuare gli antibiotici corretti in caso di “mal di gola”, è necessario effettuare il tampone faringeo.

Il Tampone Faringeo è un esame colturale non invasivo, è sicuro e indolore.

Serve per stabilire con precisione il tipo di batterio che occupa le tonsille o le prime vie aeree. Si puó in questo modo anche verificare che l’infezione sia di tipo batterico e non solamente causata da agenti virali.

Tra i patogeni più importanti ricerchiamo lo streptococcus pyogenes conosciuto anche come streptococco beta emolitico di gruppo A.

I pazienti possono effettuare sia una ricerca dell’antigene con test rapido senza antibiogramma (risposta immediata), che una ricerca colturale.

In questo caso, se la coltura risulta positiva, si effettua l’antibiogramma, che saggia l’efficacia dei vari antibiotici sul batterio specifico individuato.

Il test del tampone faringeo, per chi abita in Provincia di Firenze e nelle altre Provincie di Prato e Pistoia, nell’Alto Casentino, nel Mugello e nel Valdarno, può essere eseguito direttamente presso il nostro laboratorio di analisi.

Read More

Come prevenire le allergie, l’asma e la BPCO – Progetto “Respira bene in Valdisieve”

Come prevenire le allergie, l’asma e la BPCO?

E’ un interrogativo a cui l’iniziativa “Respira bene in Valdisieve” vuole dare una risposta concreta all’inizio del’autunno.

Se respiri male, sei fumatore o hai la bronchite, dal 10 Ottobre 2016 fino al 31 Dicembre 2016 ti sarà possibile svolgere i seguenti esami:

  • Spirometria di base e visita per la valutazione dei deficit respiratori – l’appuntamento può essere preso il Lunedì dalle 14 alle 14,30 – Massimo 3 appuntamenti al giorno
  • Prick Test inalanti e visita allergologica – l’appuntamento può essere preso il Martedì dalle 15:30 – Massimo 2 appuntamenti al giorno

L’iniziativa si è resa necessaria per soddisfare la crescente esigenza di una corretta diagnosi e di un’appropriata terapia delle patologie respiratorie come l’Asma e la BPCO (Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva).

La gestione del paziente con patologie respiratorie rappresenta una degli problematiche più frequenti negli ambulatori dei medici di medicina generale.

Come prevenire le allergie, l’asma e la BPCO?

E’ molto importante intervenire sin dagli stadi precoci delle malattie in questione fino alla gestione della terapia che richiede un approccio mirato e creare una integrazione fra specialista territoriale e medicina generale.

È dimostrato infatti che, ad oggi, si possono migliorare drasticamente i quadri clinici e apportare risultati fino a pochi anni fa insperati.

Possono usufruire del servizio tutti i pazienti maggiorenni, preselezionati dai medici curanti della AFT (Aggregazione Funzionale Territoriale) della Valdisieve che aderiscono all’iniziativa.

Il servizio prevede uno screening di primo livello per la Spirometria di base e la visita per la valutazione dei deficit respiratori e il prick test inalante.

Il servizio che verrà offerto sarà gratuito, ad eccezione del materiale di consumo, che costerà circa 15 euro.

Eventuali rivalutazioni successive e approfondimenti verranno eseguiti in strutture adeguate e con canali ad accesso preferenziale a prezzi convenzionati con la AFT della Valdisieve.

Responsabile del progetto è il Dott. Giovanni Salvestrini – Medico di Medicina Generale, Responsabile A.F.T. Pelago – Pontassieve – Rufina.
I medici che svolgeranno il servizio sono la Dott.ssa Cinzia Magnani, specialista in Immunoallergologia e il Dott. Tommaso Benedetti, specialista in malattie dell’apparato respiratorio.

Per prendere l’appuntamento, gli utenti dovranno contattare la Valdisieve Hospital al numero 055 8391400 e dovranno comunicare all’atto della prenotazione l’appartenenza al progetto “Respira bene in Valdisieve”.

 

Read More

Colonscopia in narcosi o sedazione? Quali sono le differenze?

Alla Valdisieve Hospital è possibile effettuare la colonscopia in narcosi oppure in sedazione.

Spesso la distinzione tra i due metodi viene confusa dai pazienti. Grazie alla collaborazione del nostro responsabile dell’anestesiologia, Dott Francesco Tedde, vediamo quali sono le differenze e, soprattutto, i vantaggi ottenuti per ciascuno dei due metodi.

LA SEDAZIONE

La sedazione è uno stato, indotto farmacologicamente, di parziale ipnosi, in cui il paziente è cosciente o semi-cosciente (cioè facilmente e prontamente risvegliabile). Il paziente avverte uno stato di piacevole rilassamento psichico e muscolare. La principale indicazione è il trattamento dell’ansia e della paura connesse con un trattamento o un esame medico/chirurgico da eseguirsi.

LA NARCOSI

La narcosi o anestesia generale è invece uno stato, indotto farmacologicamente, di profonda ipnosi, analgesia e rilassamento muscolare che prevede la perdita totale della coscienza. La respirazione spontanea ed i principali riflessi (come ad esempio quello della deglutizione) possono essere o meno presenti a seconda del grado di profondità della narcosi stessa.

Sono due tecniche anestesiologiche ben distinte, ma nella pratica si intersecano spesso tra loro, cioè una sedazione profonda è facilmente trasformabile in una leggera narcosi e viceversa, in quanto la differenza può essere data dalla modifica del dosaggio più che del farmaco stesso.

Nell’ambulatorio endoscopico della Valdisieve Hospital, dove è presente il nostro medico gastroenterologo Dott Gabriele Lami, vengono adottate entrambe le modalità a richiesta del cliente/paziente e viene fornita una completa assistenza per compiere tutte e due le operazioni in estrema sicurezza.

Per informazioni più approfondite contattaci via email oppure rivolgiti alla Valdisieve Hospital ai seguenti numeri di telefono:

  • Centralino H24 – 055 839141 (24 ore su 24)
  • Servizio Accoglienza – 055 8391400 (dal Lunedì al Sabato, dalle 8.00 alle 20,00)
Read More