Casa di Cura, Laboratorio Analisi, Studi Medici in Provincia di Firenze

Opening Hours : dal Lunedì al Sabato, dalle 7.00 alle 19.00
  Contact : 0558391400 – 0558391439

All Posts in Category: Riabilitazione

stile di vita sano

Il 1 giugno visite e test gratuiti con nutrizionista e chinesiologa – Alla Valdisieve Hospital.

ATTENZIONE:

Abbiamo raggiunto il numero massimo di posti disponibili per le visite gratuite della nostre dottoresse, nutrizionista e chinesiologia.

Visto il successo dell’iniziativa, a breve organizzeremo altri appuntamenti.

Sabato 1 giugno, si terrà una giornata dedicata allo stile di vita sano, dove le nostre Dottoresse Flavia Fondelli (nutrizionista) e Costanza Tani (chinesiologa) metteranno a disposizione la loro professionalità con visite gratuite finalizzate a sensibilizzare le persone sull’importanza della prevenzione per un “corretto stile di vita”.

Sarà possibile usufruire gratuitamente di una valutazione delle abitudini alimentari con un’analisi approfondita della composizione corporea (massa grassa, muscolare e idratazione corporea) grazie alla collaborazione della Dott.ssa Fondelli.

Verranno effettuate inoltre delle valutazioni posturali statiche, per verificare quali siano le patologie e/o gli atteggiamenti posturali consolidati dal soggetto attraverso acquisizioni di immagini, misurazioni angolari e lineari. Sarà possibile svolgere i principali test di mobilità e forza sia per il rachide sia per i principali muscoli posturali, per ricercare quali siano gli squilibri tra le principali catene cinetiche che determinano tali condizioni, ponendo in tal modo la possibilità sia di impostare un programma di attività motoria e posturale personalizzata per migliorare le condizioni del soggetto, sia di migliorare là dove siano presenti le condizioni dolorose dovute a tali vizi posturali. In questo caso il nostro medico di riferimento è la Dott.ssa Tani.

Se vuoi informazioni più dettagliate sulle prossime iniziative di prevenzione gratuita, contatta la nostra hospitality.

 

————————

 

Ecco alcuni consigli dei medici della Valdisieve Hospital per condurre uno stile di vita sano.

Uno stile di vita sano non solo permette di mantenersi efficienti, di migliorare la fiducia in se stessi e di aumentare l’energia personale, ma aiuta anche a prevenire o ridurre il rischio di contrarre certe patologie e in alcuni casi persino a curarle.

Uno stile di vita sano aiuta in definitiva ad essere più longevi e a vivere con maggior soddisfazione.

Avere un corretto stile di vita sano significa, in generale, prendersi cura del proprio benessere fisico, mentale, emotivo e spirituale.

È fondamentale tenere sotto controllo il peso, che normalmente si associa a rischi maggiori di contrarre patologie, in particolare quelle oncologiche. Un’alimentazione sana e naturale e un’attività fisica appropriata svolgono un ruolo determinante in tal senso.

Vediamo quali sono le principale regole da seguire in modo semplice per vivere meglio.

5 regole per un’alimentazione sana e naturale

  1. Bevi più acqua. L’acqua è essenziale per il funzionamento del nostro corpo, che ne è composto da oltre il 60%. Abbiamo necessità di assumere almeno 1,5 litri al giorno, dagli 8 ai 10 bicchieri. Puoi capire se ti sei ben idratato se le tue urine sono quasi trasparenti o se non hai segni di secchezza alla bocca o alle labbra.
  2. Mangia più frutta, verdura e cereali. Contengono molte vitamine, proteine, carboidrati e minerali che danno energia, rafforzano il sistema immunitario e disintossicano. Scegli la frutta più nutriente come le mele, il melone, l’anguria, il pompelmo, le albicocche, l’avocado e la papaya, oppure la frutta più colorata e gustosa come le arance, il mango, le banane, i pomodori, le prugne, i pomodori, l’ananas e le more. Anche le verdure sono molto importanti, puoi scegliere tra fagioli, asparagi, carote, funghi, cetrioli, sedano e melanzane. Fai sì che la metà delle calorie provenga da cibi ricchi di carboidrati, come cereali, riso, pasta, patate e pane, privilegiando alimenti integrali come il pane, la pasta e i cereali integrali, ricchi di fibre. Controlla le etichette dei prodotti per verificare la presenza di pesticidi, conservanti o insaporitori che possono favorire anche l’insorgenza di tumori e patologie cardiometaboliche;
  3. Modera il più possibile il consumo di sale e zucchero, ridurrai i rischi di ipertensione e di contrarre malattie cardiovascolari. Puoi sostituire lo zucchero con frutta o con fruttosio per dolcificare cibi e bevande. Invece del sale puoi utilizzare prodotti a basso contenuto di sodio, le spezie oppure degli aromi naturali.
  4. Cambia tutti i giorni il tuo menu, tenendo sotto controllo le quantità. Abbiamo bisogno di una grande varietà di nutrienti. Alterna almeno una porzione di ciò che mangi tra cereali e loro derivati, carne e derivati animali, pesce, frutta e verdura e grassi (riducendo i grassi animali e privilegiando i grassi vegetali, come l’olio d’oliva).
  5. Riduci il consumo di bevande alcoliche. Se ti piace, consumo a stomaco pieno bevande a basso contenuto di alcool in dosi moderate, al massimo uno o due bicchieri.

altri accorgimenti utili sono quelli di fare attenzione alla conservazione e cottura dei cibi, per evitare contaminazioni da parte di microorganismi che possono causare patologie infettive;

 

Alcune regole per un’attività fisica appropriata.

Fare movimento è altrettanto fondamentale per avere una vita sana.

Trova il modo per allenarti ogni giorno, potrai controllare il tuo peso e questo ridurre i rischi di contrarre malattie e a essere più longevo.

La cosa migliore è che tu decida da subito di fare un’attività sportiva regolare all’aperto oppure in palestra o almeno fare attività di movimento aerobico ogni giorno, cambiando alcune tue abitudini sedentarie.

Ad esempio potresti:

  • usare sempre le scale invece dell’ascensore;
  • fare ogni giorno una passeggiata, specie nelle ore del pranzo o nelle pause;
  • camminare negli spostamenti brevi invece di usare l’auto o altri mezzi di trasporto;
  • fare attività fisica in casa in modo semplice ma continuativo,  come la ginnastica oppure la cyclette;
  • organizzare escursioni o attività in movimento con la tua famiglia e i tuoi amici nelle ore non lavorative o nei weekend.

Un consiglio utile può essere quello di provare diverse attività e di scoprire quella che ti piace di più, divertendoti! Cammina in luoghi salubri e goditi la natura, scegli luoghi particolarmente tranquilli tranquilli o suggestivi. Unirai l’utile al dilettevole!

L’attività fisica ti aiuterà a eliminare le calorie in eccesso, sviluppa la massa muscolare, aiuta la circolazione sanguigna, ti aiuta a prevenire o a gestire le principali patologie croniche come le malattie cardiovascolari, oncologiche e metaboliche, migliora la tua capacità di concentrarti e di svolgere le attività quotidiane.

È opportuno che tu svolga almeno 20 minuti al giorno di attività fisica.

 

————————

 

Alla Valdisieve Hospital teniamo molto alla tua salute, per questo oltre all’attività di ricovero e cura e al centro diagnostico, nei nostri ambulatori, diamo vita ad iniziative di prevenzione della salute con la collaborazione dei nostri migliori professionisti.

Se vuoi informazioni più dettagliate o desideri prenotare un visita gratuita, contatta la nostra hospitality.

 

Read More

Con la fisioterapia, dopo impianto protesi anca o protesi ginocchio tempi di recupero sempre più brevi!

Chi deve fare un intervento di impianto protesi all’anca o al ginocchio vuole prevedere quali saranno i tempi necessari per ricominciare le normali attività quotidiane come lavorare, praticare uno sport, fare i lavori di casa e così via.

Le moderne tecniche chirurgiche e la pratica della riabilitazione ortopedica accorciano i tempi di ripresa, per questo in caso di  impianto protesi anca o protesi ginocchio tempi di recupero sono sempre più brevi.

Analizzando tutto il processo che va dall’individuazione dell’esigenza di inserire un impianto protesico fino al rientro nella routine quotidiana si possono prevedere i tempi di recupero.

Eccetto casi particolari, dal momento in cui si profila la necessità di effettuare l’inserimento di un impianto protesico, vengono svolte le seguenti attività:

  • con un’apposita valutazione ortopedica si valuta l’adeguatezza di un intervento di protesizzazione nel caso specifico; appena rilevata l’opportunità di effettuare un intervento di impianto protesi al ginocchio o all’anca si affronta la preospedalizzazione, che consiste nella visita anestesiologica e cardiologica, nella valutazione dell’angiologo e in eventuali esami di approfondimento; è prevista anche una valutazione fisioterapica mirata a rilevare il livello di articolarità e la forza muscolare presenti, l’attuale livello di funzionalità dell’arto e il livello di dolore. Lo scopo è avere un quadro completo prima dell’intervento così da impostare un Programma Riabilitativo Individuale (P.R.I.) da comparare successivamente con la valutazione post intervento per valutare il livello di risoluzione dei problemi e la diversità della percezione del dolore. Il paziente potrà, al termine del percorso, rendersi conto dei passi avanti che ha fatto e aumentare la sua percezione del miglioramento. Durante la valutazione preoperatoria può essere rilevata la necessità di effettuare la riabilitazione preoperatoria, che consiste in esercizi mirati che aiutano ad alleviare il dolore, a rinforzare la muscolatura e a ridurre eventuali edemi o stati infiammatori. 
  • dopo un certo periodo di tempo, a seconda dei fattori clinici rilevati, viene effettuato l’intervento chirurgico di impianto protesi d’anca o ginocchio;
  • si inizia il percorso di fisioterapia in camera con il fisioterapista che effettua mobilizzazione passiva e attiva assistita del distretto articolare operato e si insegnano i primi spostamenti da compiere mentre il paziente è ancora a letto (posizionamento su fianco o semiseduto). 
  • sempre in questa fase si inizia il recupero dell’ortostatismo, previa valutazione medica (si ricomincia a alzarsi in piedi e si rifanno i primi passi).
  • successivamente il trattamento fisioterapico si incentra sul recupero delle autosufficienze per scendere e salire dal letto in autonomia e deambulare correttamente con gli ausili.
  • una volta raggiunta l’autonomia durante i passaggi posturali e la deambulazione, si effettua il trattamento in palestra, in base alla valutazione fatta precedentemente, inizia il programma riabilitativo individualizzato con l’obiettivo primario di riprendere le attività di vita quotidiana (vestirsi, lavarsi, fare le scale etc.), riattivare la muscolatura e raggiunge il maggior grado possibile di articolarita del distretto operato. 
  • prima della dimissione dal reparto viene effettuata la valutazione fisioterapica finale e insegnato e consegnato un protocollo esercizi da effettuare al proprio domicilio.

È consigliato al momento della dimissione dare continuità ai trattamenti fisioterapici eseguiti e svolti durante il ricovero, effettuando il percorso di ginnastica post operatoria con frequenza, intensità e durata personalizzata.

I tempi di ripresa variano di caso in caso, sulla base delle condizioni cliniche del paziente, quindi non è opportuno indicare con precisione quali siano i tempi di ritorno alle normali attività quotidiane.

In linea di massima, senza pretesa di essere esaustivi, si può dire che in caso di impianto protesi anca o protesi ginocchio tempi di recupero possono essere i seguenti:

  • Autonomia per passaggi posturali (supino-fianco, fianco-seduto, seduto-in piedi) e deambulazione (generalmente effettuata con ausilio di canadesi) – 5 giorni;
  • Autonomia per svolgimento delle ADL (attività di vita quotidiana) – 10/15 giorni;
  • Deambulazione senza ausilio delle canadesi dipende da caso a caso – da 12 giorni a 2 mesi;
  • Guidare l’auto (verificare se l’assicurazione dell’auto copre dopo intervento chirurgico e se l’autista necessita o meno di canadesi per deambulare) – da un mese a due mesi;
  • Tornare alla “normalità” – da 2 mesi a 8 mesi;
  • si continua a migliorare per circa un anno dalla data dell’intervento, specie se si effettuano interventi di fisioterapia di mantenimento.

Dopo impianto protesi anca o protesi ginocchio tempi di recupero possono essere ridotti grazie al programma individualizzato di riabilitazione della Valdisieve Hospital.

Per approfondire:

 

Read More