Casa di Cura, Laboratorio Analisi, Studi Medici in Provincia di Firenze

Opening Hours : dal Lunedì al Sabato, dalle 7.00 alle 19.00
  Contact : 0558391400 – 0558391439

Un’adeguata preparazione per la colonscopia e la gastroscopia permette una diagnosi corretta!

La preparazione per la colonscopia e la gastroscopia è molto importante e dev’essere effettuata con il fine di assicurare l’efficacia dei risultati diagnostici ottenuti e quindi la diagnosi di alcune patologie.

Inoltre, essendo la colonscopia e la gastroscopia delle indagini invasive, si deve evitare la loro ripetizione dovuta all’esecuzione di un esame incompleto o alla persistenza di dubbi diagnostici.

Vediamo quali sono le procedure corrette e che tipo di collaborazione attiva è richiesta da parte del paziente o di chi lo assiste.

PREPARAZIONE PER LA GASTROSCOPIA

Per quanto riguarda la preparazione per la gastroscopia, la migliore e più sicura esplorazione endoscopica si effettua a stomaco vuoto.
E’ quindi necessario essere a digiuno da almeno 6/8 ore perché la presenza di cibo o residui alimentari limita il campo visivo, inficia l’attendibilità diagnostica e, in caso di vomito, particelle di questo possono passare nelle vie respiratorie.

Nel colloquio precedente l’esame il medico deve essere informato su eventuali malattie e/o allergie di cui il paziente soffre, se il paziente assume farmaci e se è portatore di pacemaker o di altra apparecchiatura impiantabile che possa interferire con gli strumenti elettromedicali.

Il paziente che assume farmaci anticoagulanti e/o antiaggreganti,  prima della gastroscopia, è necessario che valuti, con il Medico Curante o lo Specialista di riferimento, l’opportunità di modificare o sospendere la terapia anticoagulante.

PREPARAZIONE PER LA COLONSCOPIA

La corretta preparazione per la colonscopia dipende molto dall’adeguata pulizia del viscere;

Un’incompleta pulizia intestinale aumenta la probabilità di non visualizzare eventuali patologie durante la colonscopia. Probabilità che, comunque, è sempre presente. Fino al 20% delle lesioni, specie di piccole dimensioni, possono non essere visualizzate.

Nel colloquio precedente l’esame è indispensabile che il medico venga informato di:
– eventuali malattie e/o allergie di cui il paziente soffre,
– se il paziente assume farmaci
– se è portatore di pacemaker o di altra apparecchiatura impiantabile che possa interferire con strumenti elettromedicali.

Il paziente che assume farmaci anticoagulanti e/o antiaggreganti, prima della colonscopia, è necessario che valuti, con il Medico Curante o lo Specialista di riferimento, l’opportunità di modificare o sospendere la terapia anticoagulante, se non addirittura instaurare una terapia che ristabilizzi i test di coagulazione. Alcuni tra questi farmaci andrebbero infatti sospesi da 1 a 7 giorni prima dell’esame in previsione di una eventuale procedura operativa (ad esempio la polipectomia). La sospensione deve essere valutata caso per caso sulla base delle condizioni cliniche del paziente e del rischio trombotico.

Un’adeguata preparazione per la colonscopia e la gastroscopia permette una diagnosi corretta!

Scopri quali attenzioni mettiamo alla Valdisieve Hospital nell’effettuare l’esame di endoscopia digestiva.