Casa di Cura, Laboratorio Analisi, Studi Medici in Provincia di Firenze

Opening Hours : dal Lunedì al Sabato, dalle 7.00 alle 19.00
  Contact : 0558391400 – 0558391439

Magnetoterapia Firenze e Provincia – Presso la Valdisieve Hospital

Magneto Terapia

La magnetoterapia aiuta ad attenuare dolori ed infiammazioni, è sicura e non invasiva, non provoca dolore, riduce i tempi di guarigione di fratture ossee.

È utile nei seguenti casi:

  • aiuta a contrastare l’osteoporosi;
  • allevia il dolore agendo come un potente analgesico;
  • accelera i processi di cura;
  • stimola lo scambio cellulare;
  • riequilibria l’organismo
  • migliora l’ossigenazione ed il nutrimento dei tessuti;
  • migliora la circolazione;
  • riduce le infiammazioni;
  • stimola il riassorbimento degli edemi;
  • migliora il flusso capillare;
  • rigenera le cellule prive di energia;
  • rallenta il processo di diminuzione della densità ossea;
  • aumenta l’apporto di calcio nelle ossa.

La magnetoterapia agisce “ricaricando” di energia singole cellule del corpo, tessuti muscolari e ossei, sistema nervoso e derma.

Il trattamento avviene con apparecchiature certificate. Il nostro macchinario, di recente acquisto, è composto da un lettino ergonomico con doppia spirale scorrevole per concentrare gli effetti sulla specifica zona del corpo da trattare.

La seduta si svolge all’interno del box per garantire la privacy del paziente.

I tempi di applicazione sono da 40′ a 60′, dipende dal tipo di programma impostato sul macchinario e dalla zona da trattare.

La magneto terapia non necessita di nessuna preparazione specifica, si può effettuare anche vestiti, purchè non vi siano accessori metallici, devono essere tolti eventuali anelli, collane, orecchini e materiale metallico dalle tasche.

L’applicazione può essere effettuata in tutte le zone del corpo.

CONTROINDICAZIONI

La Magneto terapia non deve essere effettuata nei seguenti casi:

  • Pazienti in stato di gravidanza;
  • diabete giovanile;
  • malattie virali (in fase acuta);
  • micosi;
  • soggetti con cardiopatie;
  • affetti da tumori;
  • aritmie gravi o portatori di pacemaker;
  • bambini;
  • portatori di protesi magnetizzabili;
  • epilettici (salvo diverse prescrizioni mediche).