Attivato il nuovo Ambulatorio di MEDICINA DEL DOLORE presso Valdisieve Hospital

L’attività del Dr. Filippo Gonnelli nel nostro ambulatorio di Medicina del Dolore: visite e diversi trattamenti tra cui Ossigeno-ozono terapia.

Valdisieve Hospital introduce una nuova disciplina nel proprio poliambulatorio: la Medicina del Dolore. Vi raccontiamo di cosa si tratta.

Cosa si intende per Medicina del Dolore?

Si tratta dell’approccio medico che permette, tramite la valutazione del sintomo, talvolta malattia, chiamato dolore, di arrivare alla diagnosi patogenetica e quindi al suo trattamento.

Nella maggior parte dei casi, la scelta terapeutica diretta a contrastare i meccanismi patogenetici porta a risultati antalgici concreti.

In cosa consiste la visita?

La visita algologica può essere suddivisa in quattro punti salienti: la raccolta anamnestica, l’esame obiettivo, le indagini strumentali e la scelta terapeutica.

Di quali patologie si occupa?

Tratta tutte le patologie dolorose di origine nocicettiva, neurogena o mista che affliggono i pazienti. Da una sintomatologia dovuta ad un intervento chirurgico, ad una patologia cronica (anche oncologica) oppure causata da patologie degenerative o compressive (artrosi o tutto ciò che attiene il danneggiamento dei tronchi o delle terminazioni nervose) così come da patologie infiammatorie.

Di quali strumenti si avvale?

I trattamenti consistono nella somministrazione di trattamenti farmacologici e trattamenti come: infiltrazioni, peridurali, blocchi antalgici, mesoterapia ed ozonoterapia. 

Qual è l’azione dell’Ossigeno-ozono terapia?

Il Dr Arthur C. Guyton disse “Qualunque dolore, sofferenza a malattia cronica, è causato anche da un’insufficiente ossigenazione a livello cellulare”. Quest’affermazione spiega già intuitivamente il razionale dell’utilizzo dell’Ossigeno-Ozono terapia come trattamento primario o adiuvante di un ampio spettro di patologie. 

Si può considerare una terapia ad ampio spettro in quanto esercita un’azione antiflogistica, antidolorifica, riattiva la microcircolazione facilitando la cessione dell’ossigeno ai tessuti, aumenta il metabolismo, azione immunomodulante, antisettica, antifibrotica, antiedemigena e pneumatica.

Cos’è l’Ozono?

L’Ozono è un gas medicale derivato dall’Ossigeno. É un farmaco naturale, BIO, efficace ed è presente in modo naturale all’interno dell’organismo degli esseri viventi dove esplica diverse funzioni fondamentali per la vita.

Quali sono le vie di somministrazione?

Sottocutanea, Grande Autoemotrasfusione-GAE, Piccola Autemotrasfusione-PAE, Intramuscolare, Intraarticolare, Insufflazioni rettali-vaginali-uretrali, Via Topica, Via Idropinica.

L’ozono può essere somministrato per via inalatoria?

Assolutamente NO, è un gas irritante per le vie aeree.

Chi può somministrarlo?

Solamente medici-chirurghi adeguatamente formati possono eseguire questo tipo di trattamento. A Valdisieve Hospital il Dr. Filippo Gonnelli effettua questo tipo di prestazione grazie ad una formazione mirata e di alto livello. Dopo la Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia e la Specializzazione in Anestesia Rianimazione e Terapia Intensiva ha effettuato un Master di II Livello in Terapia del Dolore presso l’Università degli studi con votazione 110/110L. Nel 2018 poi frequenta il Corso Teorico Pratico di Ossigeno Ozono Terapia presso la sede SIOOT a Gorle (BG). Successivamente approfondisce la sua conoscenza della materia con il CORSO ISAL TERAPIA DEL DOLORE e il Corso teorico pratico di ossigeno ozono terapia SIOOT – La semantica del dolore: Back Pain.

Quali sono le indicazioni terapeutiche?

Viene impiegato come mezzo terapeutico in molti campi di impiego:

  • Anti-età: rivitalizza il corpo e la mente, aumenta la resistenza allo sforzo
  • Dermatologia: Herpes Zooster e Simplex, Acne, Eczema, Ulcera
  • Medicina interna: Arteriosclerosi, epatopatie, morbo di Chron, Osteoporosi, Artrite reumatoide, Diabete Mellito, Malaria, febbri virali, Sindromi diarroiche
  • Cardiologia: Cardiopatia ischemica, angina, recupero post-infarto
  • Chirurgia: complicanze infettive postchirurgiche
  • Disbiosi intestinale: coliti, colon irritabile, dismetabolismi, intolleranze alimentari, ulcera gastrica, helicobacter Pilori, Stipsi
  • Fisiatria: riabilitazione neuromotoria, fibromialgia
  • Geriatria: Demenza senile, artrosi, processi infiammatori cronici, dolore cronico, rivitalizzazntte, arteriosclerosi
  • Malattie degenerative: Sclerosi multipla, SLA, Parkinson, Demenza senile
  • Neurologia: cefalea vascolari e tensive, depressione, malattie neurovascolari, TIA, ictus, sindrome da affaticamento cronico
  • Neurochirurgia: ernia del disco, dolore lombare e cervicale, lombosciatalgia, dolore post-operatorio chirurgia vertebrale
  • Oculistica: maculopatia degenerativa
  • Odontoiatria: trattamento carie, disinfezione post-chirurgia impallare, osteonecrosi
  • Oncologia: adiuvante nella radio/chemioterapia, fatigue post-chemioterapia
  • Ortopedia: sindromi da intrappolamento, artriti, artrosi, reumatismi articolari
  • Pediatria: autismo
  • Uroginecologia: trattamento delle infezioni uroginecologiche
  • Vascolare: Insufficienza venosa, ulcera diabetica, ulcera postpost-flebitica, ulcere trofiche, arteriopatie periferiche

Ha effetti collaterali?

Non presenta interazioni farmacologiche né effetti secondari o collaterali

Ha controindicazioni assolute?

Gravidanza e ipertiroidismo clinicamente manifesto.

Ha controindicazioni relative?

Scompenso cardiaco, favismo, intervento chirurgico non rimandabile.

Se desideri saperne di più:

Oppure prenota direttamente una visita di controllo