Chirurgia della mano a Firenze: l’attività di Valdisieve Hospital

Cosa si intende per chirurgia della mano e quando è necessario ricorrervi? Ecco le risposte alle domande più comuni.

Cosa è la chirurgia della mano?

La mano è un delicato congegno composto da 21 tendini e 27 ossa, alcune delle quali di pochi millimetri. La flessione e l’estensione della mano sul polso completano la sua motricità, fondamentale per la nostra vita quotidiana. Infatti, questo periferico degli arti superiori è capace di eseguire un numero notevole di movimenti, contribuendo in maniera determinante al comportamento individuale e sociale.
Le mani servono per lavarsi, vestirsi, alimentarsi, scrivere, guidare un veicolo, lavorare, aiutare a farsi comprendere e molto altro ancora.

In condizioni patologiche, la funzionalità viene ridotta e il movimento talvolta addirittura impossibilitato.

L’attività di Chirurgia della Mano e Microchirurgia Ricostruttiva copre tutta l’area di competenza della patologia osteo-articolare, muscolo-tendinea, nervosa, vascolare, cutanea della mano e del polso, sia elettiva sia traumatica.

Vengono utilizzate tecniche chirurgiche sofisticate come la chirurgia artroscopica, la microchirurgia e anche chirurgia protesica.

Di quali patologie si occupa?

Si tratta prevalentemente di interventi in elezione cioè programmabili e con patologie croniche. I pazienti che più frequentemente accedono a questo tipo di chirurgia sono pazienti con patologie:

  • Croniche, derivate da malattie infiammatorie: sindrome canalicolari (compressione del nervo mediale nei vari distretti quindi tunnel del carpo, compressione del nervo ulnare nei vari distretti); patologie dei tendini (tenosinoviti, tenosinovasiloti, dito a scatto, tendinite stenosante De Quervain);
  • Degenerative: come artrosi e Morbo di Dupuytren;
  • Neoformazioni superficiali o profonde dell’arto superiore: come gangli, cisti articolai, tumefazioni.

Quali sono i sintomi delle patologie più comuni?

Prevalentemente parestesie (formicolii) nel territorio dei vari nervi che interessano l’arto superiore, dolore ed impotenza funzionale.

Quali tipi di pazienti sono coinvolti?

Tutti possono esserlo senza distinzioni di sesso o età tranne quella pediatrica.

Quali sono le diverse cure alternative alla chirurgia?

In alcuni casi è possibile adottare una terapia medica farmacologica, si può trovare benefici da una terapia infiltrativa locale o da fisiokinesiterapia.

Quando la chirurgia è invece consigliata / necessaria?

Quando non è possibile effettuare altri tipi di trattamento.

L’attività di Valdisieve Hospital

I pazienti vengono seguiti dal chirurgo dalla loro prima visita in ambulatorio e durante tutto il percorso diagnostico e terapeutico.

Presso la clinica è possibile, inoltre, fare accertamenti ed esami a completamento della diagnosi. In caso sia necessario un intervento chirurgico, il medico inserisce il paziente eletto al trattamento nella veloce lista d’attesa della struttura; non è possibile accedere in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale ma solo privatamente o tramite alcune assicurazioni sanitarie.

La complessità dell’anatomia della mano e la grande importanza delle funzioni che essa esercita ci pongono come obiettivo il recupero della funzionalità con meno dolore possibile e in tempi brevi.

Se desideri saperne di più:

Oppure prenota direttamente una visita di controllo